Arte, Fotografia, Libri, Musica, Teatro, Viaggi

» Un 2016 difficile, e tante speranze per il nuovo anno.

dsc_0005
San Benedetto del Tronto ♦ Foto di Marta Peroni

Quando ho bisogno di riflettere o semplicemente di staccare la mente, solitamente guardo il mare o un tramonto. Per questo ho deciso di inserire questa foto, fatta qualche settimana fa a San Benedetto del Tronto, luogo in cui trascorrerò proprio le ultime ore di quest’anno non proprio facile, soprattutto dal punto di vista emotivo.

Più leggo e sento parlare le persone e più mi accorgo che il 2016 è stato un anno duro un po’ per tutti – o quasi! Ci sono stati comunque i soliti fortunati, beati loro! – e finalmente sta finendo… ma non diciamolo troppo forte, mancano ancora due giorni, e i rischi sono ancora alti! (Corna a volontà, tiè!).

Gli ultimi giorni di dicembre sono i momenti giusti per fare ordine, per fermarsi un attimo e ripensare ai mesi passati. Non so se succede anche a voi, ma io mi sento molto più stanca, come se tutto il peso dell’anno mi crollasse sulle spalle, per poi svanire pian piano con l’avvento del nuovo. Ho un po’ paura per quello che sarà il 2017, ma spero che possa regalarmi qualcosa di bello, anche se ad essere sincera non sprizzo una grande positività. Di progetti se ne fanno tanti ma, il 2016 mi ha anche insegnato che spesso programmare la vita non serva a granché, perché improvvisamente succede qualcosa che ti ferma, ti impedisce di portare realmente a termine quanto avevi programmato.

Continue reading “» Un 2016 difficile, e tante speranze per il nuovo anno.”

Libri

» Bruges, la Morta di Georges Rodenbach

Oggi fa di nuovo molto freddo.
Per fortuna tra le cose buone dell’inverno c’è il fuoco. Rimarrei ore accanto al caminetto ad osservare le fiamme, quel contorcersi delicato di quella linfa di luce, di calore. Però, ecco, avere il camino non è sempre una cosa ottima, perché poi è difficile lasciarlo, e fare qualcosa di utile.
Non sono un’amante del freddo, quindi potete capire bene che trascorrerei volentieri ore a letto, sotto caldi piumoni, o accanto al fuoco. Ma la vita scorre, va avanti, e non puoi restare immobile. Purtroppo.
Chiacchiere a parte, oggi voglio parlarvi di una lettura che mi ha sorpresa e incantata, soprattutto per lo stile, perché diciamolo la trama o meglio il suo finale è fin troppo chiaro sin dall’inizio. Sto parlando di un’opera di Georges Rodenbach: “Bruges, la Morta” nelle versione pubblicata da Fazi Editore.

L’ho scelto perché attirata non solo dalla consueta bellissima copertina – quanto adoro quelle realizzate da questa casa editrice? Troppo! – ma anche e soprattutto – come è chiaro – per la trama. E poi avevo voglia di leggere un autore nuovo per me, qualcosa di diverso. Ho sentito quella vocina insistente del libro e ho risposto. Ringrazio infinitamente la Fazi per avermi concesso questa opportunità!

bruges

Continue reading “» Bruges, la Morta di Georges Rodenbach”

Libri

» La Spia del Mare, di Virginia de Winter

Ieri avevo scritto un articolo ma, con la mia solita fortuna, la mia connessione ha avuto problemi e ho perso tutto.
Non ricordo esattamente ciò che avevo buttato giù, ma spero di riuscire a scrivere di nuovo e in maniera sensata i miei pensieri su una della mie recenti letture.
Queste ultime settimane sono state dense di problemi e impegni, per non parlare anche dell’influenza che dopo anni ha deciso di colpirmi, ma ho letto, e difatti ho alcuni libri su cui vorrei esprimere i miei pensieri e condividerli con voi. Oggi, in particolare, voglio parlarvi di un’autrice italiana – Virginia de Winter – che mi ha molto colpita per la sua saga “Black Friars” – le cui recensioni potete trovare QUI, QUI, QUI e QUI -, soprattutto per la capacità che ha di mischiare insieme più elementi e donarci storie piene di azione ed emozione. In particolare, però, quello che ho sempre apprezzato nei suoi romanzi e anche ne “La spia del mare” pubblicato da Mondadori, è la sua cura nelle descrizioni, la sua attenzione per la storia, i luoghi, e le leggende che è capace di rielaborare in modo adeguato alle sue trame. E il suo stile, raffinato, elegante, a tratti lirico.

La Spia del Mare mi ha colpito leggermente meno della saga di Black Friars, forse perché ho trovato delle somiglianze soprattutto tra i personaggi, con questa “eroina” forte e coraggiosa, circondata da un gruppo di affascinanti uomini, verso i quali è impossibile non provare attrazione. Però mi è piaciuto, e ve lo consiglio per una serie di motivi che via via esporrò.

 

 

laspiadelmare Continue reading “» La Spia del Mare, di Virginia de Winter”

Riflessioni

» Chiacchiere in libertà: Natale 2016 • Non dimentichiamo.

Mancano davvero pochi giorni a natale, e purtroppo non ho portato a termine molti dei miei progetti per questo blog… Avevo così tante cose in mente, ma sfortunatamente da domenica sono stata messa a terra da una brutta influenza, come non mi succede da anni e anni, e quindi non ho avuto modo di mettermi al pc. Perlomeno non più di un’oretta. E lo ammetto, io in poco tempo non so scrivere un post di senso compiuto come vorrei. Ammiro molto chi ci riesce, chi scrive un post al giorno.
Comunque sia. Purtroppo temo di non aver tempo di parlarvi di libri come avrei voluto, anche perché è anche tardi per proporvi regali da fare e spedire, anche se sicuramente ci sarà qualcuno tra voi che ancora sta correndo per fare gli ultimi. Ammettetelo, dai! Io per fortuna quest’anno ho già dato, e l’avere due sorelle comunque aiuta. Facendoli insieme, ci sosteniamo a vicenda.

Continue reading “» Chiacchiere in libertà: Natale 2016 • Non dimentichiamo.”

Arte, Musica, Teatro

» Chiacchiere in libertà: Natale 2016 ~ Prima Parte.

Quanti di voi amano il Natale?
Io ammetto che da qualche anno non riesco a trovare quello spirito natalizio come vorrei. Quest’anno volevo provarci, volevo andare alla ricerca di emozioni per ritrovarlo, ma gli ultimi avvenimenti in casa mi hanno portata ad avere una battuta d’arresto. Non che in casa mia questa festa sia molto sentita, in verità. Non si sa perché, in un periodo in cui si dovrebbe essere “tutti più buoni” e magari felici, accada l’opposto. Il nervosismo cresce anche di più, e anche una piccola cosa bella – come decorare un albero natalizio – diventa fonte di stress e litigi.
Però, io spero di trovare il tempo e la voglia di andare in giro, a comprare alcuni regali o semplicemente a vagare per le piazze della mia città alla ricerca di emozioni. Magari, chissà, riuscirò a portarle a casa anche sotto forma di scatti fotografici. Se riesco, ve ne parlerò e ve li mostrerò.

Oggi ho voluto creare un primo post sul Natale, una sorta di chiacchierata con tutti voi che avete il piacere di leggermi e seguirmi.
In verità quest’anno non vorrei creare solo un elenco di consigli che vi do, ma vorrei tentare di fare qualcosa di diverso. Unire ai consigli di libri letti, o oggetti comprati, anche qualcosa che desidero avere o comprare. Mescolare così i consigli ai sogni/desideri, e magari se vi va anche voi potete condividere i vostri con me. Che ne dite?

In questa prima parte vorrei parlarvi di Arte: da qualche consiglio teatrale, ad alcune mostre che mi hanno colpito e spero di poter vedere, concludendo con i miei consigli su musica e dvd (sempre su musical e una serie tv molto amata).

Nella seconda parte, che spero di scrivere nei prossimi giorni, vi parlerò invece più di Libri e cultura, unendo qualche altro pensiero sempre per gli amanti del tempo libero, della lettura e piccoli regali che possono scaldare il cuore.

Poi ci sarà un extra, di cui vi parlerò più avanti.

Vedremo come sviluppare il tutto! Ma ora ho parlato anche troppo, quindi procediamo!

Continue reading “» Chiacchiere in libertà: Natale 2016 ~ Prima Parte.”

Libri

» “Figlie Sagge” di Angela Carter

Finalmente eccomi di ritorno sul blog!
Avevo così tanti progetti e idee, ma la vita all’improvviso ti frena, un po’ perché la tecnologia a un certo punto ti va contro (ma ora ho di nuovo il mio bel pc!), un po’ per problemi importanti che non ti danno neanche un attimo di respiro o che comunque non ti permettono di avere tempo e modo di creare un articolo che abbia senso, valore.
Però, l’importante è aver pazienza e così eccomi di nuovo qui per parlarvi oggi di libri, ma nei prossimi giorni anche del Natale!

In queste ultime settimane ho concluso due libri: “Figlie Sagge” di Angela Carter e “La Spia del Mare” di Virginia de Winter. Due letture completamente diverse, che però mi sono molto piaciute e vi consiglio. Dell’opera della De Winter vi parlerò in un altro momento, perché oggi voglio concentrarmi su un libro che mi ha colpita e stupita, tanto che davvero non immaginavo di trovarmi di fronte a una lettura simile. Pensavo di leggere altro, e in dei momenti mi sono ritrovata sia a sorridere sia a spalancare gli occhi per l’incredulità di alcuni avvenimenti ma, tutto sommato, alla fine l’ho trovata una lettura deliziosa, frizzante, briosa, particolare e originale!
Ringrazio la casa editrice Fazi per l’opportunità di leggerlo e recensirlo!

figle-sagge Continue reading “» “Figlie Sagge” di Angela Carter”