Fotografia

» “Immagine in Movimento” la prima mostra a cui ho partecipato: le mie emozioni.

attestato

Le belle esperienze ti regalano tanto, ma finiscono anche troppo presto.
In questi ultimi mesi sono stata presa da una passione forte che, come sono solita ripetere, mi ha un po’ tirata fuori da un periodo difficile, spingendomi anche a mettermi un po’ in gioco. Questa passione è la fotografia.

Non mi reputo una fotografa né un’artista, ma ho sempre amato fermare l’istante con una foto. Anche se la passione è cresciuta particolarmente negli ultimi anni, periodo in cui ho deciso di comprare una reflex e tentare di fare foto più “professionali” o quanto meno di capirne di più. Non ho mai fatto corsi, questo è il primo. Ho sempre cercato di capire da sola, attraverso libri e il web, e la pratica. Scattare, provare, rimediare. Quindi, quello che sono riuscita ad ottenere, è stato importante per me… un piccolo motivo di orgoglio, anche se la strada per comprendere al meglio i meccanismi giusti per fare foto migliori è ancora lunga. Però, credo anche che lo scopo principale delle fotografia sia comunicare qualcosa, dare emozioni. Ed è quello che cerco di fare ogni volta…

Continue reading “» “Immagine in Movimento” la prima mostra a cui ho partecipato: le mie emozioni.”

Arte, Fotografia

» I Fiori del Male: mostra foto-documentaria.

Io non ho bisogno di denaro,
ho bisogno di sentimenti,
di parole, di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri,
di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all’orecchio degli amanti.

Ho bisogno di poesia, questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

(Alda Merini, Terra d’amore: poesie, racconti, aforismi. )

dav
Il catalogo della mostra.

 

 

Due giorni fa sono andata all’inaugurazione di una mostra fotografica e documentaria nella mia città. Ero subito rimasta colpita dal tema trattato, forte, ma molto interessante a mio parere.

Il tema: “I fiori del male”- donne in manicomio nel regime fascista, a cura di Annacarla Valeriano e Costantino di Sante.

Lo so è un tema molto importante e non adatto forse a tutti. Io però l’ho trovato degno di interesse, anche perché sono sempre stata “affascinata” da queste donne che per la loro forte sensibilità, per le loro paure, o per altri assurdi motivi sono state ritenute pazze e internate in manicomi. Ho particolarmente apprezzato il tentativo dei curatori di voler restituire voce e umanità alle tante recluse che furono estromesse e marginalizzate dalla società dell’epoca.

Continue reading “» I Fiori del Male: mostra foto-documentaria.”

Fotografia, Musica

» Dardust: la musica che nutre l’anima.

parliamo-di

 


 

 

Oggi voglio iniziare da un video, uscito proprio oggi (o meglio, ieri in anteprima per La Stampa).
Prima di iniziare a leggere questo articolo, vi invito a cliccare play, a chiudere gli occhi e lasciarvi trasportare dalla musica di Dardust. Una musica priva di parole, che però racchiude profondi significati, che arriva leggera a sfiorare con tocco delicato la nostra anima.
Poi, se volete, tornate qui e ditemi cosa avete provato.

Io ho sentito un’emozione molto intensa. Così forte, da avvertire gli occhi pieni di lacrime. Come se quelle note, i suoni del pianoforte e degli archi, avessero smosso qualcosa in me, superando le barriere, infiltrandosi in piccoli spiragli e inondando la mia anima di luce.
Troppo poetica?
Sì, forse. Ma la Musica di Dardust è talmente meravigliosa, che va ascoltata e vissuta.

Continue reading “» Dardust: la musica che nutre l’anima.”

Fotografia, Riflessioni

» Carnevale concluso, profumo di Primavera in arrivo.

travel-leisure

Questo blog è nato con l’intento di parlare dei miei viaggi alla ricerca della bellezza. È il semplice diario di una sognatrice che ha difficoltà ad esprimere le sue emozioni a parole, a voce, ma adora scrivere. Credo che sia attraverso la scrittura che io riesca ad essere me stessa, a far trasparire un po’ di me, a farmi conoscere. Ad abbattere quei muri che alzo di persona e che non tutti sono disposti a superare…

Oggi non vi parlerò di libri, anche se ho diverse letture su cui esprimere ancora i miei modesti pensieri.
Come avete trascorso il Carnevale? Feste in piazza, Veglioni, o che altro?

Continue reading “» Carnevale concluso, profumo di Primavera in arrivo.”

Fotografia, Viaggi

» Numana: La Signora del Conero

Qualche giorno fa una mia amica, rovistando tra le foto del suo smartphone, ha ritrovato dei dolci ricordi della scorsa estate. Memories di uno dei photowalk di cui ancora non ho avuto la possibilità di parlare in questo blog, ma che ora mi permetto di recuperare.

Nonostante questo non sia il clima né la stagione più adatta, vedere quelle foto, in particolare questa in cui una ragazza in rosso tenta di immortalare quelle bianche spiagge e quel mare blu, si sono sprigionate emozioni, ricordi vividi di un bellissimo momento. Numana mi è rimasta nel cuore, e spero di poterla vivere ancora, aggiungendo la vicina Sirolo di cui tanto ho sentito parlare bene.

numana

Ecco, lo so, che con questa neve che scivola leggera su varie regioni – comprese le mie Marche – è un po’ assurdo parlare di sole, mare, spiagge, e tartarughe marine… ma è bello, a volte, tornare indietro con i ricordi e magari progettare vacanze future o, perché no, vederla ugualmente anche ora. Perché, almeno per me, il mare d’inverno è un’emozione difficile da descrivere, ma meravigliosa.

Vi lascio alle parole della ragazza di rosso vestita, sperando di donarvi dei bei ricordi per chi l’ha vista o c’era, o di spronarvi ancor di più a visitare la mia bellissima Regione, scrigno di meraviglie spesso poco note, ma che devono essere ammirate e vissute.

Continue reading “» Numana: La Signora del Conero”

Arte, Fotografia, Libri, Musica, Teatro, Viaggi

» Un 2016 difficile, e tante speranze per il nuovo anno.

dsc_0005
San Benedetto del Tronto ♦ Foto di Marta Peroni

Quando ho bisogno di riflettere o semplicemente di staccare la mente, solitamente guardo il mare o un tramonto. Per questo ho deciso di inserire questa foto, fatta qualche settimana fa a San Benedetto del Tronto, luogo in cui trascorrerò proprio le ultime ore di quest’anno non proprio facile, soprattutto dal punto di vista emotivo.

Più leggo e sento parlare le persone e più mi accorgo che il 2016 è stato un anno duro un po’ per tutti – o quasi! Ci sono stati comunque i soliti fortunati, beati loro! – e finalmente sta finendo… ma non diciamolo troppo forte, mancano ancora due giorni, e i rischi sono ancora alti! (Corna a volontà, tiè!).

Gli ultimi giorni di dicembre sono i momenti giusti per fare ordine, per fermarsi un attimo e ripensare ai mesi passati. Non so se succede anche a voi, ma io mi sento molto più stanca, come se tutto il peso dell’anno mi crollasse sulle spalle, per poi svanire pian piano con l’avvento del nuovo. Ho un po’ paura per quello che sarà il 2017, ma spero che possa regalarmi qualcosa di bello, anche se ad essere sincera non sprizzo una grande positività. Di progetti se ne fanno tanti ma, il 2016 mi ha anche insegnato che spesso programmare la vita non serva a granché, perché improvvisamente succede qualcosa che ti ferma, ti impedisce di portare realmente a termine quanto avevi programmato.

Continue reading “» Un 2016 difficile, e tante speranze per il nuovo anno.”

Fotografia, Teatro

» L’Ultima Strega?

catturaus

“Proibito alla luna è il pozzo,
nero è il riflesso dell’occhio laggiù.
Nel fondo è raccolto un pianto,
e chi si specchia non ne uscirà…”

Ho sempre amato le storie di streghe, non nell’accezione fantastica del termine, ma in relazione proprio al periodo storico in cui, molte donne – e non solo – venivano accusate di essere amanti del diavolo per i motivi più assurdi: per la loro bellezza che offuscava la ragione di uomini che dovevano volgere i loro pensieri solo a Dio, o per essere libere, non sottomesse, per la loro conoscenza di erbe e intrugli, o semplicemente perché relegate ai margini di una società, o invidiate e per questo validi capri espiatori. Il mio interesse verso tale tema è sempre stato molto forte, ed è proprio per questo motivo che quando ho scoperto che era stato creato un musical su ciò, non potevo perderlo. In realtà era stato già proposto qualche anno fa, ma non ho avuto la possibilità di vederlo; sabato scorso, però, ho recuperato, guardandolo per ben due volte di fila; e credetemi, ne avessi la possibilità trascorrerei altre sere al Teatro Brancaccio, perché è uno spettacolo che merita. Tra i più belli che io abbia mai visto. Se non il mio preferito.

Sto parlando, come si deduce dal titolo del post, de “L’Ultima Strega”, musical che potete vedere al Teatro Brancaccio di Roma fino al 6 novembre (e che auspico possa continuare in altri teatri, magari anche più vicini a me, in modo tale da tuffarmi di nuovo tra mille emozioni e riflessioni).

31102016-dsc_0214

Continue reading “» L’Ultima Strega?”