Libri

» Diari di donne in panchina, Fiorella Carcereri

Mi vergogno un po’, lo ammetto.
Lasciare il blog per così tanto tempo mi fa sentire sempre un po’ in colpa. E non starò a giustificarmi troppo. Ognuno ha i suoi tempi, i suoi problemi, ma giuro che vorrei riuscire a donare più spazio a questa mia passione, a questa mia voglia di condividere pensieri e parole con altri.
Eppure di argomenti ne avrei tanti, ma mi manca il tempo e spesso l’ispirazione giusta, così come sovente arrivano problemi vari a bloccarmi, o gente a disturbarmi mentre scrivo facendomi poi perdere il filo del discorso!

 

Recensione (1)

 

Comunque eccomi di nuovo qui per parlare di libri. In particolare di una lettura conclusa nel giro di poche ore e che mi è stata gentilmente inviata dall’autrice stessa, che ringrazio. Sto parlando di una raccolta di racconti intitolata “Diari di donne in panchina” di Fiorella Carcereri edita da Arpeggio Libero.

Continue reading “» Diari di donne in panchina, Fiorella Carcereri”

Annunci
Teatro

» Next To Normal, uno spettacolo da vedere e rivedere.

Prima di parlarvi di un nuovo argomento che ho molto a cuore vi lascio il link della prima newsletter che avevo scritto come prova, ma inviata troppo presto. Devo ancora comprendere bene i meccanismi, ma… se vi va di leggerla, e se poi vi piace e vi va di iscrivervi, vi aspetto!

Newsletter di Ottobre

 

 


 

Una vita ch’è normale è troppo in là per me,
ma quasi un po’ normale sarebbe okay.
Già, quasi un po’ normale, questo è ciò che proverei.
Quasi un po’ normale… la vorrei. 

 

 

 

Parlando di musical

 

 

 

Quando scopro qualcosa che pian piano si radica nel mio cuore, quando scorgo la bellezza nell’arte, mi capita spesso di “tormentare” tutto il mondo affinché tutti possano goderne, scoprire, e innamorarsi.
Ho condiviso questo spettacolo un po’ ovunque sui miei social, ma voglio scrivere qualcosa anche qui. Vorrei aiutare, almeno nel mio piccolo, a far conoscere una vera perla del “Musical”, anche se questo forse non è il termine migliore per definirlo: Next To Normal.

Fino a domenica pomeriggio quest’opera meravigliosa vi attende presso il Teatro della Luna di Assago (MI) e su Ticketone potete trovare i biglietti.
Se potete, veramente, non perdete quest’occasione.

 

Continue reading “» Next To Normal, uno spettacolo da vedere e rivedere.”

Viaggi

» Offida, un meraviglioso borgo d’amare.

Santa Maria della Rocca

Quando penso a Offida ho sentimenti contrastanti.
Da un lato c’è un grande amore per questo borgo – tra i più belli d’Italia -, dall’altro ho dovuto allontanarmi per anni perché il solo pensiero di passeggiare tra le sue rue riportava alla mente troppi pensieri negativi.
Certo, non è colpa del paese se tra i suoi abitanti c’è anche qualcuno che mi ha profondamente ferita, ma era complicato tornarci.

Eppure, quest’anno si sono presentate due occasioni molto importanti per spingermi ad affrontare un po’ quella sorta di blocco e non le ho lasciate scappare.

Offida è sicuramente il primo borgo del Piceno che consiglierei di vedere. Perché è un piccolo gioiello, una località che fa bene al cuore.
Ho avuto l’occasione di partecipare alla Mangialonga Picena in veste di fotografa, ma qualche settimana fa ho preso parte all’#Offidameet2017 organizzato da igmarche su Instagram.
Quest’ultima è stata un’ottima occasione per riscoprire Offida, accompagnati anche da una guida che ci ha permesso di comprendere non solo la sua bellezza, ma anche qualche curiosità davvero interessante!

Continue reading “» Offida, un meraviglioso borgo d’amare.”

Libri

» La misura della felicità, di Gabrielle Zevin

Prima di iniziare a parlarvi di una delle mie ultime letture, vorrei chiarire una cosa: sto ricevendo diverse e-mail da parte di autori esordienti che mi chiedono di segnalare o parlare dei loro libri. Non so se lo leggerete, ma mi spiace, non posso. Non ho tempo neanche di aggiornare il blog quanto vorrei, e qui – a differenza dell’altro spazio virtuale in cui scrivevo – non ho alcuna intenzione di fare segnalazioni. Voglio solo parlare dei libri che ho letto e che ho scelto, e di altre mie passioni.
Nulla più.
Quindi, per favore, non continuate a mandarmi e-mail. Grazie.

 

 

 

 

Recensione

 

 

 

 

 

Island Books

Fornitore esclusivo di buona lettura ad Alice Island dal 1999

Nessun uomo è un’isola; ogni libro è un mondo.

 

 

Ci sono letture di cui hai proprio il bisogno.
Dopo un libro che non mi ha preso quanto avrei voluto e che ho portato avanti solo per curiosità e segno di rispetto per chi me lo ha inviato (e di cui vi parlerò prossimamente), avevo voglia di leggere qualcosa che mi trasmettesse una sorta di tenerezza. Di una lettura più facile, più dolce. E tutto questo l’ho trovato ne “La misura della felicità” di Gabrielle Zevin.
Già dalla semplice ma bellissima copertina ho avvertito una piacevole sensazione. La figura stilizzata di un uomo che solleva una bambina che tiene tra le mani un aquilone.
Un aquilone particolare però: perché ha la forma di un bellissimo libro aperto.
Libri che si notano, uno sopra all’altro, anche sul pavimento.

Una cover che rappresenta, a mio parere, benissimo lo spirito del libro. Una lettura che mi ha trasmesso un forte senso di tenerezza e amore, ma che lascia sul finale anche una punta di malinconia. Uno stile semplice, che coinvolge totalmente il lettore. Un libro che si legge velocemente, regalandoti sorrisi ma anche occhi lucidi.

Continue reading “» La misura della felicità, di Gabrielle Zevin”

Libri

» La fine della solitudine, di Benedict Wells

La solitudine in noi si può combattere solo insieme.

 

 

Recensione (5)

 

 

Tornare a scrivere di libri non è facile. Soprattutto se si tratta di letture concluse diverso tempo fa, ma di cui non ho avuto modo di parlare sul blog. In verità avrei voluto fare una sorta di unico post riassuntivo, ma questo libro mi è stato inviato dalla casa editrice Salani e mi sembra doveroso spendere delle parole in più e creare un articolo apposito.
Innanzitutto ringrazio ancora una volta per avermi dato la possibilità di leggerlo, e mi scuso se ci ho messo più del previsto per stendere i miei pensieri a riguardo.

Il libro di cui vi parlo, come si deduce dal titolo del post, è “La fine della solitudine” di Benedict Wells, un giovane autore tedesco che con quest’opera si è aggiudicato il prestigioso Premio Europeo per la Letteratura nel 2016 e pero oltre un anno si è imposto al vertice delle classifiche tedesche.

Io l’ho trovata una bella lettura. Commuove, coinvolge, emoziona e fa riflettere. Perché quella affrontata in questo libro può essere la storia di tutti. Una storia di vita. E molte frasi le ho sentite mie, affini ai miei pensieri, alla mia anima.

Continue reading “» La fine della solitudine, di Benedict Wells”

Libri

» “Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli”

Prima di iniziare con le mie riflessioni su quello che ritengo un libro bellissimo che tutti dovrebbero avere nelle proprie librerie, vi invito – se vi va – a seguirmi sui miei canali social. In realtà li trovate anche sulla barra a destra di questo blog, ma anche nella mia presentazione.

Da pochi giorni, però, ho deciso di aprire un secondo account Instagram, il social che uso maggiormente e che quindi mi permetterà di essere più attiva (purtroppo per il blog ho poco tempo e modo, ma torno sempre!) e di condividere con voi tutte le mie letture e i sogni che rendono la vita meno amara. Mi trovate qui: @M.Sognatrice ! Io vi aspetto, ma anche sulla pagina facebook e sul mio twitter!

Ma ora passiamo al libro!
Sicuramente rispetto ad altri arrivo – come al solito – tardi. Però ve ne devo parlare, assolutamente! Io ve lo stra-consiglio. Non solo per i vostri bambini (sì, perché non farlo leggere anche ai maschietti per educarli al meglio al rispetto delle donne fin da piccoli?), ma anche per gli adulti.
Personalmente l’ho acquistato per fare un regalo alla luce della mia vita: la mia nipotina! È la persona che amo di più e per la quale farei di tutto – o quasi! -. Una bambina adorabile e intelligente alla quale auguro di credere sempre con forza ai suoi sogni, perché – come insegnano anche le storie vere di questo libro – se vuoi davvero qualcosa, la puoi ottenere! Basta essere determinati, crederci davvero, non permettere a nessuno di tarparvi le ali e la vostra libertà, e soprattutto essere sempre curiosi.

 

 

bimberibelli

 

 

 

Alle bambine ribelli di tutto il mondo:

sognate più in grande,
puntate più in alto,
lottate con più energia.
E nel dubbio ricordate:
avete ragione voi.

 

 

Continue reading “» “Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli””

Libri

» L’arte di essere fragili, di Alessandro D’Avenia

davenia

Ci sono libri che ti chiamano a sé e che rappresentano un valido rifugio dove rintanarti, una mano amica pronta ad alleviare le sofferenze, i dolori, e a farti aprire gli occhi, regalando al tuo cuore tenere emozioni e una sorta di slancio, di incoraggiamento ad osservare la vita con sguardo diverso.
A inizio anno non stavo bene. Ho deciso di seguire le emozioni negative, buttandomi su una lettura bellissima quanto densa di sofferenza, almeno per me. Perché nelle parole di Sylvia Plath, e nei suoi diari, io mi sono così ritrovata, da cadere in una sorta di limbo dal quale non riuscivo ad uscire.
Ve ne avrei voluto parlare nel blog, ma… non riesco a riprendere quel libro tra le mie mani. È la prima volta che segno così tante frasi. La prima volta che sento mie tante sue parole, sofferenze, paure. Tanti pensieri. La Plath non ha avuto una vita facile. Né una morte felice. Ed io mi sono sentita così in sintonia con lei, da sprofondare in un momento di vera angoscia. Forse perché entro in forte empatia con quello che leggo, il che non sempre è un bene.

Comunque questa premessa è solo per dire che poi ho deciso di affidarmi alle parole di D’Avenia e alle sue lettere al mio caro Leopardi.
Molti di voi potranno dire: Leopardi? Il poeta della tristezza e della depressione? Bel modo per tirarti su!

Ma io l’ho sempre amato. E D’Avenia te lo fa conoscere meglio, ti mostra una visione diversa di questo povero poeta così bistrattato. Leopardi in realtà amava la vita. Giacomo e Alessandro sono riusciti ad aiutarmi a uscire da quel periodo complicato, facendomi riscoprire ciò che più amo: l’arte delle piccole cose e che non importa quanto tu sia fragile. Da quelle paure e insicurezze, puoi trovare una luce, delle ali per svoltare la tua vita e vederla densa di nuovi colori. Perché è proprio dietro quella fragilità che si nasconde, in realtà, una grande forza.

Continue reading “» L’arte di essere fragili, di Alessandro D’Avenia”