Riflessioni

» Una valigia ricca di sogni che tornerò a riempire e condividere. Promesso!

 

19657373_10213445867770519_3817873678901777242_n
Foto di mia proprietà.

 

Quasi due mesi in cui non scrivo qui.
Eppure la mia valigia di sogni è stata pienissima. Tante cose da raccontare, molte letture ed eventi di cui parlare.
Ma non ho avuto il tempo né l’ispirazione giusta. E i giorni sono passati, uno dietro l’altro, scorrendo troppo rapidamente. A volte vorrei riuscire a bloccare il tempo e a fare il pieno di energie per raggiungere tutti i miei obiettivi e non lasciare indietro nulla.
Lo so. Molta gente che apre un blog lo aggiorna in maniera assidua. Io, invece, tendo a perdermi. Forse perché se non ho il mio amato silenzio e l’ispirazione giusta, non riesco a scrivere e se mi sforzo so già che andrò a rileggere qualcosa che non mi piace, che non è in linea con i miei pensieri e il mio stile.
Per questo preferisco prendere tempo e trovare l’occasione giusta. E poi tornare qui, in questo angolo virtuale che è un po’ come la mia casa. Il mio diario di viaggio ed emozioni in cui riverso parole e pensieri.

Dove sono finita?

Mi sono buttata nella mia vita. Mi sono messa in gioco e ho fotografato, tanto. E ancora oggi non ho concluso. Ho ancora diverse foto da sistemare, a cui dare la forma precisa delle mie emozioni. Ne ho ancora altre da fare, anche se l’ansia è molta. Perché in ogni cosa che faccio ci metto tutto il cuore, l’impegno e l’anima stessa. 
E il problema è che non sono mai del tutto soddisfatta.
Però ho ascoltato, proprio ieri, delle parole di un grande fotografo italiano che mi hanno fatto sorridere. Non le ricordo in maniera precisa, ma il succo del discorso è che se non ti senti soddisfatta del tuo lavoro, ma anzi pensi di dover e voler sempre migliorare, significa che sei sulla strada giusta per diventare un buon fotografo. O forse lo sei già. 
Okay, io ancora in verità non mi ci sento. Ho così tanta strada da fare ancora. Tecniche da imparare. Ho ancora così tanti errori da correggere, però non posso non ammettere che sono migliorata e che ricevere molti complimenti fa davvero bene al cuore. Un balsamo importante per la mia anima confusa e insicura.
Continue reading “» Una valigia ricca di sogni che tornerò a riempire e condividere. Promesso!”

Riflessioni

» Giorni pieni di emozioni, ma torno presto! 

No, non sono scomparsa.

Sono giorni pieni.

Di emozioni. Di amicizie. Di prove con me stessa. Di grandi possibilità che mi vengono date. Di soddisfazioni e commozione per i bei messaggi che ricevo e che mi spingono a credere di più in me, o almeno a provarci.

Sto facendo tante foto, e il cuore è pieno di emozioni.

 

Ho tanto da imparare ancora, ma mi sento felice.
I giorni precedenti in realtà provo un’ansia assurda, ma poi quando sono lì, con la mia macchinetta in mano, vado alla ricerca di sorrisi da rubare, di arte, di sensazioni.

 

Non sono e forse non sarò mai una fotografa, ma è una passione che mi sta donando tantissimo!
Fino a lunedì, almeno, dubito di poter tornare sul blog… domani mi aspetta una giornata di foto e musica. E provo un mix di ansia e brividi! Tanta tanta felicità! Speriamo di portare a casa qualche bello scatto! 
A presto!

© foto mia.

La foto che vedete è un particolare del Teatro Ventidio Basso. Perla di Ascoli Piceno… la mia città! 

Lì mi sento a casa! 

Fotografia

» “Immagine in Movimento” la prima mostra a cui ho partecipato: le mie emozioni.

attestato

Le belle esperienze ti regalano tanto, ma finiscono anche troppo presto.
In questi ultimi mesi sono stata presa da una passione forte che, come sono solita ripetere, mi ha un po’ tirata fuori da un periodo difficile, spingendomi anche a mettermi un po’ in gioco. Questa passione è la fotografia.

Non mi reputo una fotografa né un’artista, ma ho sempre amato fermare l’istante con una foto. Anche se la passione è cresciuta particolarmente negli ultimi anni, periodo in cui ho deciso di comprare una reflex e tentare di fare foto più “professionali” o quanto meno di capirne di più. Non ho mai fatto corsi, questo è il primo. Ho sempre cercato di capire da sola, attraverso libri e il web, e la pratica. Scattare, provare, rimediare. Quindi, quello che sono riuscita ad ottenere, è stato importante per me… un piccolo motivo di orgoglio, anche se la strada per comprendere al meglio i meccanismi giusti per fare foto migliori è ancora lunga. Però, credo anche che lo scopo principale delle fotografia sia comunicare qualcosa, dare emozioni. Ed è quello che cerco di fare ogni volta…

Continue reading “» “Immagine in Movimento” la prima mostra a cui ho partecipato: le mie emozioni.”

Riflessioni

» L’amore per la lettura.

17798962_779319402218592_2789938055265670209_n

 

«Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro?»

{Il buio oltre la siepe • Harper Lee}

Mentirei se dicessi che ho sempre amato leggere. Da piccina leggevo fiabe e favole e poco altro. Però ricordo l’emozione della lettura di gruppo, alle elementari, e la possibilità di provare a scrivere un continuo… forse è stata la prima volta in cui ho davvero provato a scrivere storie. Ho ripreso qualche anno fa, lasciando andare la mia fantasia e spesso stupendomi di me stessa, ma forse di questo parlerò in un altro momento.

Continue reading “» L’amore per la lettura.”

Arte, Fotografia

» I Fiori del Male: mostra foto-documentaria.

Io non ho bisogno di denaro,
ho bisogno di sentimenti,
di parole, di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri,
di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all’orecchio degli amanti.

Ho bisogno di poesia, questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

(Alda Merini, Terra d’amore: poesie, racconti, aforismi. )

dav
Il catalogo della mostra.

 

 

Due giorni fa sono andata all’inaugurazione di una mostra fotografica e documentaria nella mia città. Ero subito rimasta colpita dal tema trattato, forte, ma molto interessante a mio parere.

Il tema: “I fiori del male”- donne in manicomio nel regime fascista, a cura di Annacarla Valeriano e Costantino di Sante.

Lo so è un tema molto importante e non adatto forse a tutti. Io però l’ho trovato degno di interesse, anche perché sono sempre stata “affascinata” da queste donne che per la loro forte sensibilità, per le loro paure, o per altri assurdi motivi sono state ritenute pazze e internate in manicomi. Ho particolarmente apprezzato il tentativo dei curatori di voler restituire voce e umanità alle tante recluse che furono estromesse e marginalizzate dalla società dell’epoca.

Continue reading “» I Fiori del Male: mostra foto-documentaria.”

Fotografia, Musica

» Dardust: la musica che nutre l’anima.

parliamo-di

 


 

 

Oggi voglio iniziare da un video, uscito proprio oggi (o meglio, ieri in anteprima per La Stampa).
Prima di iniziare a leggere questo articolo, vi invito a cliccare play, a chiudere gli occhi e lasciarvi trasportare dalla musica di Dardust. Una musica priva di parole, che però racchiude profondi significati, che arriva leggera a sfiorare con tocco delicato la nostra anima.
Poi, se volete, tornate qui e ditemi cosa avete provato.

Io ho sentito un’emozione molto intensa. Così forte, da avvertire gli occhi pieni di lacrime. Come se quelle note, i suoni del pianoforte e degli archi, avessero smosso qualcosa in me, superando le barriere, infiltrandosi in piccoli spiragli e inondando la mia anima di luce.
Troppo poetica?
Sì, forse. Ma la Musica di Dardust è talmente meravigliosa, che va ascoltata e vissuta.

Continue reading “» Dardust: la musica che nutre l’anima.”

Fotografia, Riflessioni

» Carnevale concluso, profumo di Primavera in arrivo.

travel-leisure

Questo blog è nato con l’intento di parlare dei miei viaggi alla ricerca della bellezza. È il semplice diario di una sognatrice che ha difficoltà ad esprimere le sue emozioni a parole, a voce, ma adora scrivere. Credo che sia attraverso la scrittura che io riesca ad essere me stessa, a far trasparire un po’ di me, a farmi conoscere. Ad abbattere quei muri che alzo di persona e che non tutti sono disposti a superare…

Oggi non vi parlerò di libri, anche se ho diverse letture su cui esprimere ancora i miei modesti pensieri.
Come avete trascorso il Carnevale? Feste in piazza, Veglioni, o che altro?

Continue reading “» Carnevale concluso, profumo di Primavera in arrivo.”