Libri

» Lettera alla sposa, di Licia Allara – Recensione

Recensione (4)

 

Quando le aspettative sono troppo alte è rarissimo che la realtà superi la fantasia. Ma quella mattina capitò a tutti: quella radura in mezzo agli ulivi, quella chiesetta romanica a picco sul mare, quella mattina tersa, di colori, profumi e intensità inauditi per chi non conosce il mare di novembre, erano semplicemente perfette.
Gli sposi l’avevano immaginata così. Così l’avevano voluta.
Scenografia perfetta per un matrimonio, per il loro matrimonio, per l’inizio del loro film.
Un film.
(Ma non era la vita che dovevano incominciare a girare?)


Lettera alla sposa
è un piccolo ma delizioso romanzo scritto da Licia Allara e pubblicato dalla casa editrice Europa Edizioni.

Continua a leggere “» Lettera alla sposa, di Licia Allara – Recensione”

Libri

» Tutta la luce che non vediamo, di Anthony Doerr – Recensione

Recensione (8)

Tutta la luce che non vediamo è un romanzo scritto da Anthony Doerr nel 2014, ambientato tra la Francia (soprattutto Parigi e la cittadina di Saint-Malo) e in Germania durante la Seconda Guerra Mondiale. Ho deciso di sceglierlo per il progetto su Instagram #unannoconlastoria che nel mese di maggio prevedeva la lettura di un romanzo storico ambientato nella Francia Rivoluzionaria dal 1780 al 1968. Purtroppo l’ho concluso solo ieri, ma ho deciso di inserirlo comunque tra le letture di maggio.
Il romanzo ha vinto il Premio Pulitzer 2015 per la narrativa ed è stato pubblicato in Italia da Rizzoli.

 

Continua a leggere “» Tutta la luce che non vediamo, di Anthony Doerr – Recensione”

Libri

» Anna, di Niccolò Ammaniti – Recensione

Recensione (1)

Per la tappa di maggio della #fantadistochallenge ideata da Ambra del blog Sono solo Libri, che prevedeva la lettura di un distopico/fantascientifico scritto da un autore italiano, ho deciso di leggere “Anna” di Niccolò Ammaniti.

Ero rimasta particolarmente attratta dalla trama, da questo mondo post-apocalittico ambientato in Sicilia dove uno strano virus colpisce tutti gli adulti, lasciando immuni i bambini fino ai 14 anni.
Però, arrivata alla conclusione del libro devo ammettere che purtroppo non mi sia piaciuto quasi per nulla. Forse è anche una questione molto soggettiva, non lo nego. Quando parlo di libri, non essendo una critica letteraria, scrivo molto di pancia; lascio scorrere così le mie emozioni, non limitandomi solo all’aspetto oggettivo.

 

Quella cosa lì non era sua madre. Di fronte a quei resti la bambina intuì che la vita è un’insieme di attese. A volte così brevi che nemmeno te ne rendi conto, a volte così lunghe da sembrare infinite, ma con o senza pazienza hanno tutte una fine.

Continua a leggere “» Anna, di Niccolò Ammaniti – Recensione”

Libri

» Un giorno, di David Nicholls – Recensione

Recensione

Diversi anni fa, un pomeriggio per caso, ho acceso la tv e sono stata attratta da un film: One Day. Non riuscivo a staccarmi, coinvolta da quei due ragazzi – interpretati da Anne Hathaway e Jim Sturgess – che non riuscivano a vivere quell’amore evidente che li ha legati da quell’ultimo giorno di università fino alla fine. Due persone diverse, due vite differenti, e un giorno speciale in cui i pensieri vanno sempre l’uno all’altra, per sempre legati, nonostante le distanze, i problemi, i fallimenti, le rispettive scelte. Emma e Dexter.

Mi sono commossa e accade ogni volta che lo guardo.
E finalmente sono riuscita a recuperare il libro di David Nicholls, autore che ho avuto anche modo di vedere dal vivo e mi ha molto colpito.
Inutile dire che ho amato anche – e soprattutto – il libro. Un giorno non è una mera storia romantica, ma c’è molto di più dietro. C’è l’abbandono della giovinezza e l’entrata nel mondo degli adulti; i sogni che s’infrangono con la dura realtà; le scelte difficili, la voglia di apparire, di diventare famoso, anche a costo di distruggersi fisicamente, e anche il desiderio inconscio di allontanarsi da una realtà che fa male, anche a rischio di perdere le persone amate. È una storia d’amore, di amicizia, di famiglia, ma anche di crescita e fallimenti, di cadute e difficoltà, ma anche di sogni, di letteratura. Un romanzo che consiglio.

 

Continua a leggere “» Un giorno, di David Nicholls – Recensione”

Libri

» Fantàsià: Antologia di inediti per beneficenza a favore di ASROO – Segnalazione

Solitamente non faccio segnalazioni di libri.
In passato ne ho fatte, ma sono stata travolta da troppe richieste e ho perso il mio obiettivo, la voglia di gestire secondo il mio gusto il blog. Ma ci sono libri che nascono con un intento nobile, e quello che voglio proporvi oggi ne è un bellissimo esempio.

Sognare non è mai sbagliato.

 

Io mi ritengo una sognatrice, nel mio blog parlo di sogni, a essi sono sempre legata. Leggere queste parole e il bellissimo scopo per il quale quest’antologia di racconti è nata mi ha spinta a parlarne qui, per ora tramite semplice comunicato, ma ho già provveduto al mio acquisto, così appena possibile magari ne parlerò meglio.

 

 

Copertina digitale

Continua a leggere “» Fantàsià: Antologia di inediti per beneficenza a favore di ASROO – Segnalazione”

Libri

» La ragazza con la macchina da scrivere, di Desy Icardi – Recensione

Recensione (1)

…la nostra mente non è fatta per percepire la felicità nel presente, quanto piuttosto per riconoscerla molti anni più tardi attraverso il filtro del tempo e dei ricordi.

 

 

Ho sempre amato la scrittura.
Anni fa, mi mettevo davanti a un pc, e le dita scivolavano tra quei tasti, spesso senza neanche guardarli. Quando l’ispirazione arrivava, mi sentivo mossa da un’altra me, da uno spirito che mi suggeriva parole, da una corrente di energia che mi faceva battere su quelle lettere, finché non ero sazia di immagini, di frasi, di mondi, di personaggi. Scrivere non aiuta solo a creare storie, ma anche a fissare sulla carta ricordi che possono sfuggire. Così come succede a Dalia, ormai anziana, che dopo il suo piccolo incidente ha rimosso due mesi importanti della sua vita. E intende ricordarli, grazie al tatto. Le sue dita scorrono rapide sui tasti della sua Olivetti rossa, e tornano indietro a un passato difficile, che la vede giovane protagonista in un’Italia in guerra.

 

Non ho ancora letto il primo romanzo di Desy Icardi, “L’annusatrice di libri”, ma ho in programma di farlo, avendolo recuperato di recente. Ma quando la Fazi mi ha dato l’opportunità di leggere il secondo capitolo, non potevo rifiutare. Il titolo e la trama mi avevano stuzzicato molto, e alla fine ho trovato una storia piacevole, che scorre leggera, che riempie tranquillamente questi giorni di silenzio e di cambiamento, di incertezza e difficoltà.

Continua a leggere “» La ragazza con la macchina da scrivere, di Desy Icardi – Recensione”

Libri

» Io parlo di sogni: #aTeatroconShakespeare • Il mio nuovo progetto di lettura.

Copia di Recensione (1)

Ieri su Instagram è uscito un nuovo post in cui spiego un po’ il mio nuovo, folle, progetto di lettura. Oggi, ve ne parlo anche sul blog.
Ormai orfana delle bellissime lezioni virtuali di Cesare Catà, tenutesi su Facebook, nel format Shakespeare in the House, mi sono finalmente decisa ad attuare un programma che volevo fare da tempo: leggere tutte le opere complete di William Shakespeare. 

Tutto nasce da una domanda: se dico così tanto di amare Shakespeare, perché non ho ancora letto tutte le sue opere? In verità, avevo iniziato, ma poi mi sono fermata alle più note. Mi sono anche resa conto negli ultimi mesi che se mi do degli obiettivi, riesco a raggiungerli. Sto partecipando a challenge letterarie in maniera costante, riuscendo anche a fare delle letture che attendevano da molto. Quindi, perché non provare anche con il teatro del Bardo dell’Avon?

E così eccomi qui a proporre anche a tutti coloro che vorranno seguirmi in questo programma un po’ folle e molto lungo – finirà nel 2023! – il mio… #aTeatroconShakespeare: 38 opere, i Sonetti, tre Poemetti. 

Come seguire tutto? Come essere coinvolti, se vi va?
Semplice! In questo articolo potrete trovare tutte le immagini con le varie opere, seguendo l’ordine cronologico dell’ebook dell’edizione Garzanti che vedete nell’immagine in alto. Ovviamente, se avete altre edizioni va bene lo stesso!

Un’opera al mese – a parte alcune eccezioni che vi spiegherò a breve* -, di cui poi parlare sui nostri blog o sulle pagine social che abbiamo. Per quanto riguarda me potrete trovarmi qui, sulla Pagina Facebook e su Instagram!

Per partecipare dovete leggere l’opera, parlarne nella maniera che più preferite, e usare l’hashtag #aTeatroconShakespeare e taggarmi/citarmi. Tutto qui!

Si inizia proprio questo mese con l’opera…

 

story_20200503122215

 

 

“ENRICO VI – Parte Prima/Parte Seconda/Parte Terza”.
*In questo caso ho deciso di raccogliere le tre parti per avere una visione più completa.

Le prossime tappe le trovate qui:

 

 

 

Mi rendo conto che è un progetto molto complesso, non facile. Però, amo mettermi in gioco, e voglio provarci. Poi amo il teatro, e voglio recuperare più opere possibili!

Vi piace l’idea? 🙂

 

Libri

» La lettrice di tarocchi, di Jeanne Kalogridis – Recensione

Recensione (1)

Prima di iniziare con l’articolo, volevo lasciarvi il link alla mia ultima recensione scritta per il sito Letsbook.org: vi parlo di Efemeridi, di Cesare Catà, un libro che ho profondamente amato e consiglio a tutti gli amanti della letteratura moderna.

 

Oggi, invece, torno sul blog per parlarvi dell’ultimo romanzo letto: La lettrice di Tarocchi, di Jeanne Kalogridis. 
È un’autrice di cui ho letto molto, ma non tutto, in passato, e che amo moltissimo per due motivi: per lo stile, tra i miei preferiti, ma anche per la sua voglia di far emergere le figure femminili, traendole spesso dalla storia rinascimentale italiana. Di lei ho letto, “I diari della famiglia Dracula”, “Il labirinto delle streghe”, “L’enigma della Gioconda” e “La regina Maledetta”. Tutte letture che avevo apprezzato moltissimo anni fa. Nella mia libreria restava un solo titolo: La lettrice di tarocchi e, complice una challenge – #unannoconlastoria – sui romanzi storici su Instagram, ho deciso di recuperarlo.

Però… o sono cresciuta e cambiata io, o questo libro non arriva per nulla alla bellezza degli altri. E mi dispiace molto dirlo. Quando un’autrice che ami ti delude un po’, non è facile.

Comunque ora ve ne parlo e spiego anche i motivi per cui non mi ha convinta del tutto.

 

Continua a leggere “» La lettrice di tarocchi, di Jeanne Kalogridis – Recensione”

Libri

» Gli amici silenziosi, di Laura Purcell – Recensione

Recensione (2)

Dalla fessura del battente che si chiudeva intravide un sinistro sorriso dipinto ed enormi occhi volpini.

 

Qualche sera fa ho concluso la lettura che ho scelto per la tappa di aprile della challenge instagram #librividirc che prevedeva la lettura di “un libro ambientato in una casa particolarmente inquietante”.
La notte non ho dormito poi così bene.
Quindi, direi che l’esperienza è stata positiva, no?
Ho deciso di scegliere questo libro perché la trama, a mio avviso, è perfettamente in linea con il tema, e poi mi sono innamorata della copertina – anche se purtroppo ho solo la versione digitale -: tutte quelle immagini, quei disegni, rappresentano perfettamente quello che potrete trovare tra queste pagine.

Pagine piene di maledizioni, di soffitte impolverate che nascondono diari di antenate, di strane figure di legno dalle sembianze umane molto realistiche e a tratti inquietanti, questi amici silenziosi che rappresentano un mistero che pian piano sarà svelato. Oppure, no?

Continua a leggere “» Gli amici silenziosi, di Laura Purcell – Recensione”

Libri

» Piccola Guida Tascabile agli Animali Pericolosi in Letteratura, Autori Vari – Recensione

Recensione (2)

 

Animale (s.m.)
Organismo che richiede un gran numero di altri animali per il proprio sostentamento, dimostrando così in modo inoppugnabile quanto siano generosi i disegni della Provvidenza nel preservare la vita delle sue creature.

– Ambrose Bierce –

 

Scimmie, gatti, lupi, ragni, serpenti, asini, mosche, ratti. Sono questi gli animali protagonisti dei racconti raccolti in questa piccola opera creata da ABEditore: Piccola guida tascabile agli Animali pericolosi in letteratura, ovvero la zoologia come espediente per la letteratura.
Animali apparentemente innocui, che però hanno sempre animato o meglio suggestionato la fantasia delle persone, degli scrittori, facendo emergere anche molte paure, spesso, irrazionali.
Sono creature che possiamo incontrare tutti noi, nelle nostre passeggiate nella natura o che spesso abbiamo in casa, che guardiamo con fascino o ribrezzo. Figlie di leggende e superstizioni, sono spesso state l’espediente giusto per la letteratura. Tramite la forza e la magia della scrittura, hanno acquisito una diversa natura, spesso oscura.

Continua a leggere “» Piccola Guida Tascabile agli Animali Pericolosi in Letteratura, Autori Vari – Recensione”